Accedi al sito
Serve aiuto?
image0

Prestazioni » Ortopedia (visite e chirurgia)

Per le visite ortopediche specialistiche e per la chirurgia ortopedica la struttura si avvale della collaborazione del Dott. Massimo Pavanelli.

Si effettuano:
visite ortopediche
chirurgia correttiva in caso di diagnosi precoce di displasia dell'anca e del gomito,
chirurgia d'urgenza (fratture traumatiche),
esami diagnostici in artroscopia,
interventi chirurgici in artroscopia. 




 

DISPLASIA DELL’ANCA
La displasia dell’anca è la patologia ortopedica non traumatica del periodo dell’accrescimento di più frequente riscontro nel cane; è caratterizzata da una mancanza di congruenza fra le superfici articolari della testa del femore e della cavità acetabolare che inevitabilmente conduce ad una degenerazione artrosica. La malattia può essere diagnosticata al suo esordio, quando si rende evidente la sola incongruenza articolare e la lassità capsulare oppure quando i meccanismi patogenetici hanno già instaurato lesioni secondarie e degenerazione artrosica.

Poiché la displasia dell’anca è una malattia progressiva che si sviluppa durante la crescita scheletrica del cucciolo, la valutazione della condizione articolare delle anche durante l’accrescimento permette di intercettare la malattia nel suo sviluppo iniziale e di conoscere quindi in anticipo se il cane sarà o meno displasico. È quindi opportuno effettuare una diagnosi “preventiva” o precoce della displasia dell’anca nei cani in accrescimento, in età variabili in funzione dei metodi utilizzati e della gravità delle alterazioni articolari presenti. La valutazione precoce della CHD dovrebbe essere effettuata di routine nelle razze maggiormente predisposte allo sviluppo di questa malattia: Bernese, Border Collie, Boxer, Cane Corso, Dogue de Bordeaux, Labrador, Golden, Mastino Napoletano, Pastore Maremmano Abruzzese, Pastore Tedesco, Rotweiller, S.Bernardo, Setter inglese, Terranova. La diagnosi precoce richiede una sedazione profonda del paziente o l’ausilio dell’anestesia generale al fine di poter valutare correttamente la lassità articolare e la sublussazione dell’anca senza le interferenze causate dalla reazione del paziente e dalla contrazione muscolare. Noi consigliamo di sottoporre a visita ortopedica ed esami radiografici i cuccioli delle suddette razze già a 4/6 mesi di età.

Gli obiettivi della valutazione precoce della CHD sono innanzitutto di medicina preventiva, con la rilevazione dei primi segni di displasia dell’anca, la previsione del suo sviluppo e la possibilità d’intervento preventivo e tempestivo per ridurre o arrestare l’espressione della malattia. Quando la diagnosi viene effettuata molto precocemente è infatti possibile instaurare delle procedure chirurgiche per prevenire o limitare l’espressione della malattia mirate a ripristinare una corretta. All’epoca in cui la malattia viene solitamente diagnosticata per l’aggravarsi dei sintomi, l’artrosi ormai già instaurata rende inutile qualunque trattamento teso ad evitarne l’insorgenza o la progressione della displasia. La degenerazione articolare, infatti, ha già innescato un meccanismo progressivo con erosione e fibrillazione articolare, esposizione ossea subcondrale e formazione di osteofiti. 

(tratto da "Trattamenti per la displasia dell’anca nel cane in accrescimento e selezione del paziente" del Dott. Aldo Vezzoni Med. Vet., Spec. In Clinica dei Piccoli Animali, Dipl. ECVS).

Info Contatti

Studio Veterinario Associato Dott.ssa E.Muraro e Dott. E. Filippetto
Via Risorgimento, 65
11020 - Nus
Aosta - Italia
C.F. / P.Iva: 01021480072
Tel: +39 0165.767513
Fax: +39 0165.767513
studiovet.nus@gmail.com

Social Share